Capire la personalità degli altri è una capacità fondamentale nella vita sociale: determina il successo nell’interazione con le altre persone, comprendendone intenzioni ed emozioni.

In generale, la capacità di capire la personalità di chi ci sta di fronte è considerata una caratteristica distintiva della cosiddetta “intelligenza sociale”. Ma sono solo gli esseri umani a poter capire gli altri? Oppure è un qualcosa che può essere realizzato da una macchina tramite un algoritmo?

maxresdefault

Un gruppo di ricercatori se lo è chiesto, ed ha compiuto uno studio per confrontare l’accuratezza di giudizi sulla personalità effettuati da computer oppure da esseri umani. I primi utilizzavano un algoritmo che analizzava i “Like” su Facebook di una persona, i secondi usavano un questionario di valutazione della personalità.

E’ emerso non solo che i computer riescono a comprendere la personalità delle persone, ma addirittura che lo fatto con maggiore accuratezza degli esseri umani: e sono molto più affidabili quando devono fare previsioni su aspetti come uso e abuso di sostanze (alcol o droghe), orientamento politico, salute fisica.

Non si sa se Facebook utilizzi algoritmi simili a quelli sviluppati dai ricercatori per analizzare i profili, certamente, come sottolineano i ricercatori stessi a conclusione dello studio, la disponibilità di dati e le capacità del software presentano opportunità per analisi psicologiche e marketing, ma anche grossi rischi per la privacy.

Fonte: http://notizie.delmondo.info/

Relatore: Federico Caruso

Annunci